Preziosi: “Basta con le ingiustizie arbitrali”

Dal sito Pianetagenoa1893.net (fonte Gazzetta.it)

«Non mi interessa fare polemica, né cercare colpevoli, voglio solo che il designatore sappia che a questo punto della stagione i punti valgono doppio, sia per la corsa allo scudetto che per quella alla salvezza. Servono arbitri appropriati, servono persone di buon senso». Gazzetta.it riprende la giusta e motivata protesta del presidente del Genoa Enrico Preziosi dopo l’arbitraggio scientifico di Andrea Gervasoni nella gara contro la Roma all’Olimpico.

Enrico PreziosiPreziosi, prosegue Gazzetta.it, punta l’indice contro l’arbitro e sottolinea con forza: «Io difenderò la mia serie A e i grandi investimenti fatti, non posso lasciarli in mano di persone poco appropriate. Vorrei che Gervasoni rivedesse la gara con tranquillità per capire cosa ha fatto e vorrei che il designatore Braschi, da ora in poi, scegliesse bene i suoi uomini, visto che le partite si fanno sempre più importanti. Io non sono mai intervenuto polemicamente, ho sempre preso e incassato qualsiasi cosa, come ad esempio a Palermo, con il mancato rigore su Rossi, anche se due arbitri erano lì a tre metri a vedere. Ora, però, basta, nelle prossime partite vorrei vedere sul campo quel buon senso e quella buona fede che non ho visto domenica sera a Roma».

Il numero uno rossoblù avanza un sospetto: «Qualcuno si fa condizionare e noi ci finiamo nel mezzo. Guarda caso a Roma, contro i giallorossi ci capita spesso. Contro la Lazio quasi mai a onor del vero. Stavolta c’era una festa, ma che ci sia il Pupone o Nordahl ci rimettiamo sempre noi. Totti è un campione, magari avrebbe festeggiato ancor di più facendoci tre reti, non era il caso di farlo festeggiare con un regalo così».

Preziosi non digerisce i due “rossi” contro il tecnico e uno dei suoi giocatori più in forma: «L’espulsione di Ballardini è incredibile, quella di Kucka una beffa. Era l’ultimo baluardo, l’ultimo ad avere ancora la forza di attaccare in una squadra che aveva dato tutto. C’è stato un battibecco con Totti, niente di più, e l’arbitro l’ha ammonito ed espulso, quando bastava un richiamo. La punizione, comminata così, non era equa, costava il rosso a uno e all’altro no. In più è danno doppio, perdiamo Kucka (sarà assente anche Matuzalem, a cui è stato diagnosticata una lesione muscolare che lo terrà fuori circa un mese) pure per la sfida contro il Milan di venerdì. Vi confesso che stavolta l’ingiustizia brucia troppo, perché noi quella partita l’abbiamo dominata, meritando sul campo di vincere e invece…».

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...