Conferenza stampa Ballardini

Dal sito Canalegenoa.it

Durante la conferenza pre partita, il tecnico rossoblu Davide Ballardini ha fatto il punto della situazione infortunati, che riepiloghiamo:
Granqvist dovrebbe essere tra i convocati, anche se ha solo due allenamenti nelle gambe.
Kucka ha lavorato a parte fino a mercoledì, ma adesso sta bene.
Cassani è ancora fuori per problemi alla schiena.
Borriello ha lavorato a parte giovedì ma adesso sta bene.
Floro Flores dovrebbe riprendere in gruppo prossima settimana.
Per Jankovic i tempi sono ancora un po lunghi.
Donnarumma si è stirato, lesione di primo grado, quindi è fuori causa per un po’.
Le considerazioni di Ballardini sulla partita di domani contro l’Udinese:
“Sarà una partita difficile. L’Udinese è una società che ha creato una sua struttura di straordinaria efficacia, riescono a trovare giocatori di grande qualità e avvenire. Ogni anno perdono qualche giocatore che giustamente danno a società molto importanti, ma ne hanno altri altrettanto bravi a destinati a diventare bravissimi. Cercheremo di fare del nostro meglio contro l’Udinese, che merita molto rispetto. All’inizio del campionato non erano partiti molto bene, ma adesso hanno trovato una continuità di gioco, di prestazioni e risultati. E’ una squadra difficile da affrontare, che non concede molto, si copre bene e quando riparte in velocità mette in grossa difficoltà l’avversario. E’ una delle squadre che in questo momento sta meglio. Ma anche il Genoa sta bene e farà certamente una buona partita anche contro l’Udinese.”
Può essere la volta giusta per vedere Immobile e Borriello assieme?
“Questo non lo so dire. E’ certo che il Genoa ha due attaccanti con caratteristiche diverse, che sicuramente saranno importanti per il nostro lavoro. Quelli bravi possono giocare assieme, per quale motivo non potrebbero farlo?”
Due parole su Totò Di Natale: “Di Natale l’ho studiato, un po’ come facciamo tutti, ma spesso veniamo rimandati, perché è talmente bravo che trova sempre una soluzione. Bisognerà avere un’attenzione straordinaria. Faccio i complimenti al Di Natale uomo e professionista”.
Un pensiero sull’ambiente rossoblu e sull’affetto dei tifosi: “Domenica dovremo fare il nostro dovere, come abbiamo fatto fino ad ora, e dobbiamo sentirci obbligati a farlo. Domenica sarà una partita importante, ma non sarà l’unica, ce ne saranno tante altre. Da quando sono arrivato ho percepito sin dall’inizio l’affetto e la passione dei tifosi. I giocatori hanno sempre creduto alla salvezza.

Il Genoa ha una rosa di giocatori di grande qualità e serietà. Con la serietà, la qualità, l’essere squadra, bisogna avere una forza dentro straordinaria, perché abbiamo il dovere ed il piacere di credere di poter fare bene ogni domenica. Io ed i miei collaboratori pensiamo di essere uno staff tecnico fortunato. Abbiamo trovato un gruppo sano e forte.”

Infine un aneddoto sul ‘pugno’ che a volte mostra ai giocatori durante le partite: “Il pugno è un gesto di affetto. Ricordo che me lo faceva mio nonno quando correvo in mezzo alle vigne anziché raccogliere l’uva. Chi c’è che ti vuole più bene del nonno? Nessuno. Quindi faccio quel gesto perché voglio bene ai ragazzi e per dire loro di fare quello che devono fare. E’ un gesto di profondo affetto”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...